Scopri l'archetipo del tuo segno →

Diario Astrologico: 16 novembre 2014 – NETTUNO TORNA DIRETTO nel segno dei PESCI

“Anche se non puoi entrare, non allontanarti da me, tendimi sempre la mano anche quando non ti è possibile vedermi, se tu non lo facessi, mi dimenticherei della vita, o sarebbe la vita a dimenticarsi di me.”
“Cecità” di jose Saramago nato il 16 novembre, SCORPIONE asc. PESCI
Scrivo questa citazione di Saramago, scrittore che amo moltissimo e consiglio a tutti di leggere per la sua profondità d’animo e capacità di vedere oltre, proprio oggi perchè NETTUNO IN Pesci riprende il suo moto diretto ( e oggi è anche il giorno di nascita dello scrittore) e questo sbloccherà molte situazioni emotive che abbiamo sentito stagnanti o che non trovavano il loro senso ai nostri occhi.
Espanderemo la nostra coscienza e comprensione, passando da vie non razionali per arrivare a perdonare davvero le ferite del passato, molte delle quali che abbiamo potuto vedere e attraversare riguardanti gli antichi nodi karmici del passato famigliare più antico.
Ora è venuto il momento di passare dal perdono di noi stessi per le nostre zone più fragili e ferite al perdono degli altri e provare a lasciare andare con l’amore e l’accettazione le persone più vicine a noi (famiglia d’origine, partner, figli). Nel senso di riuscire ad amarle per quello che sono, lasciarle andare nelle loro scelte di vita di ogni giorno nel rispetto del cammino scelto dalla loro anima, senza più imporre la nostra volontà nel come vorremmo che fossero per noi. Il concetto più puro dell’amore che è felice dell’amore stesso.

Non mi fermerò ora sulla questione astrologica, perchè oggi non mi sento in grado, forse il transito di Nettuno mi ha tolto a poco a poco, molte delle solide parole che sanno definire e limitare i concetti, ho bisogno di fluire e sentire in modo limpido e meraviglioso il messaggio che Nettuno nel segno dei Pesci dal 2011 cerca di infonderci: permetterci di entrare in collegamento e in apertura con il canale più profondo di noi: quello del CUORE e della compassione umana in tutta la sua grandezza.
A breve anche Chirone, il pianeta della nostra ferita e guarigione, ritornerà in moto diretto, sempre nel segno dei Pesci, esattamente il 24 novembre. Questi due grandi pianeti, NETTUNO e CHIRONE entrambi nei PESCI non saranno fondamentali solo per chi ha molti valori acqua nel tema ( CANCRO, SCORPIONE E PESCI), ma andranno a lavorare, e già lo stanno facendo da un po’ di tempo, per tutti noi e livello collettivo. Stanno muovendosi in questo complesso segno d’acqua, per aiutarci nell’ apertura del Chakra del cuore, quello dell’amore profondo e della comunione d’intenti affinchè la Terra inizi a essere un luogo dove gli esseri umani possano cooperare per il bene comune, e non solo per il proprio personale bisogno egoistico.
So che è facile a dirsi e non a farsi, ma le energie universali stanno spostando quest’asse sempre di più per farci avvicinare a sentire e comprendere l’ESSENZA, quello che per noi è davvero AUTENTICO e riportarci alle priorità fondamentali della nostra vita, togliendoci il superfluo, o il sovrappiù.
Questo è avvenuto creando non pochi squilibri nel vivere quotidiano e le nostre necessità e i bisogni materiali, che andranno per forza rimodellandosi, in nome di un aiuto o un’apertura diversa di sopravvivenza e qualità della vita.

Si parla molto dell’apertura del cuore in questo periodo, del sentire profondo, delle ferite antiche che vengono alla luce ecc, con anche il transito di SATURNO in SCORPIONE di questi ultimi tre anni, questo è stato il messaggio più scritto e più sentito, e quindi ora non lo ripeterò perchè forse non trovo nemmeno le parole adatte per esprimerlo.
Il canale cosiddetto del cuore infatti non conosce parole che lo definiscano, nè definizioni, richiede forse, anzi ne sono sicura, l’immersione in un altra dimensione e in un qualcosa di più grande di noi, che spesso solo l’arte, o la spiritualità per chi nè è in contatto nel suo cammino, può aprire. Abbiamo bisogno di ricercare un canale che ci sposti in una realtà simbolica e universale più grande e immensa della nostra storia personale.
L’arte e non solo, chiaramente, ma in questo caso, scrittori, poeti, artisti, o semplicemente persone che in un qualsiasi momento della loro vita, senza essere artisti, si commuovono davanti a un film, un tramonto, una musica o a qualcosa che NON COMPRENDE SOLO LORO STESSI ma ESPANDE E ALLARGA LA PERCEZIONE e porta alla consapevolezza di essere parte di UN TUTTO PIù GRANDE, avranno trovato la chiave d’accesso a quello che NETTUNO E CHIRONE tentano di dirci.
Comprendere e sentire che siamo parte di un TUTTO a cui arrenderci con fiducia. Quando ascoltiamo la musica o guardiamo un quadro non abbiamo bisogno di spiegarlo, lo sentiamo. Siamo immersi in quella musica o in quella esperienza, quando leggiamo un libro in cui ci ritroviamo, o quando possiamo sentire la sofferenza di un altro essere umano, non siamo più divisi, ma siamo dentro a un tutto comune. Abbattiamo un poco dei nostri confini egoici per arrivare a sentire ciò che anche l’altro prova, che non può essere così diverso da noi.
Questi possono essere i canali per giungere a questo movimento del cuore. Per questo ho ripreso in mano stamattina “Cecità” di Saramago, perchè lui era già riuscito ad attingere, grazie alle sue energie molto forti Scorpione e Pesci, a qualcosa di impalpabile e indefinibile, che solo tramite la scrittura di qualcosa di universale è potuto arrivare fino a noi.

Nettuno nei Pesci ci richiede un salto, un salto nel mare profondo di questa immensità di comprensione, non razionale nè ordinata o controllabile, ma di una vastità immensa e empatica come lo sono i grandi momenti di condivisione umana, che possono accadere nei momenti estremi della nostra vita come le crisi, o anche nelle prime fasi dell’innamoramento quando ci permettiamo di essere penetrati dalle emozioni e riusciamo a spostarci dal nostro ego. Perdiamo confini tra noi e l’altro. Traballiamo in totale disequilibrio e totale sbilanciamento da noi stessi, in un attimo di vuoto spaventosissimo, ecco ed è lì accade il miracolo, POSSIAMO SENTIRE L’ALTRO, possiamo avvicinarci a qualcosa che non sappiamo di noi e della vita.
Possiamo solo in quel momento iniziare ad abbattere certi nostri schemi e conoscere davvero un’altra realtà che non è solo la nostra. Possiamo aprire le porte al non conosciuto, e scoprire improvvisamente che abbiamo tanto spazio interiore quanto nemmeno credevamo, tanto spazio per abbracciare e poter sentire tutta la varietà di sentimenti umani di cui siamo fatti, e che solo unendoci in un “sentire” condiviso e interconnesso, tutto questo aprirci e gettarci nel vuoto temuto, potrà donarci la pienezza interiore di sentimento che tanto desideriamo.

Che sia tramite l’innamoramento, l’arte, una crisi, o un momento molto drammatico della nostra vita, la funzione non cambia, Nettuno e Chirone in Pesci ci stanno aiutando a traghettare DENTRO questo spazio immenso dell’assenza di confini netti e del sentirci separati e soli. Siamo tutti in un unico mondo, siamo tutti qui vicini, com’è vicino il nostro cuore e le nostre emozioni che troppo spesso abbiamo taciuto.

http://www.astro.com/astro-databank/Saramago%2C_José

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.