Scopri l'archetipo del tuo segno →

Diario astrologico. ore 4.30 notte. 29 maggio ’15

… Il risultato di MERCURIO retrogrado in GEMELLI congiunto a MARTE in Gemelli: insonnia delle 4 e mezza!!!
Amici, il significato non è l’insonnia come potrete immaginare, anche se a me e forse a qualcun altro, ha dato quel giusto stimolo al sistema nervoso per farmi diventare ipercinetica nell’orario sbagliato.
Sto usando molto la testa in questi giorni, troppo visto il messaggio delle stelle; Mercurio retrogrado ci aiuta a guardare DENTRO e rallentare, a provare a usare l’ altro emisfero del cervello; quello sinistro, analogico, intuitivo, irrazionale.
Io invece per strani incastri pratici del mio quotidiano, il bioritmo l’ho anche accelerato e così è rimasto in corsa, aiutato da MARTE che ne aumenta la velocità e l’attivismo, pure di notte quando dovrei spegnermi!
E quindi ora è quasi l’alba e leggo.
Ascolto gli uccellini che hanno iniziato i canti del mattino che a breve sorgerà.
Vorrei essere in un bosco oppure a camminare lungo l’acqua, perché Marte, anche se solleticitato nella mente sostando ora in un segno D’ARIA come i GEMELLI é pur sempre Marte, ed ha bisogno di correre, andare, decidere, prendere, volere, sfidare, desiderare, ardere!!

Marte congiunto ora a Mercurio retrogrado é come se scivolasse invece su un terreno olioso e facesse fatica a fare il giusto balzo in avanti. Come se il Dio guerriero (MARTE) insieme al Dio fanciullo (MERCURIO) avessero solo voglia di divertirsi e di giocare; di prenderci anche un po’ in giro, con la mente e le parole, gli orari e gli appuntamenti, i ritardi, i luoghi e i pensieri circolari, rimanendo nella gabbietta della testa. Senza aprirla quella gabbietta e accorgersi che l’abbiamo messa noi e ci siamo poi anche calati dentro.

Marte che con la sua azione istintiva legata al FUOCO, può sentirsi un po’ penalizzato NELL’ARIA del pensiero, e cerca dunque di afferrare il mondo il più possibile e di muoversi ed espandersi così come può, con le connessioni rapide delle sinapsi del cervello, con lo sguardo curioso in cerca di stimoli nuovi, con il sovraccarico di stimoli sensoriali.
Spesso l’ingranaggio- testa così rischia di esser iper stimolato e il sistema nervoso chiede pietà.
Lo capisco.
Perdono testolina mia…ti chiedo perdono, ti ho davvero sovraccaricato, domani me la farai pagare e grazie a questa insonnia, avrò talmente sonno, che il mio ritmo per forza di cose rallenterá. Se non altro perché mi sentirò inebetita!!! Prodigi del corpo che cerca di riequilibrare le sue energie…

Il volo libero e leggero sarà più avanti. Per la planata ad ali aperte, forse si deve aspettare il 12 giugno con il ritorno DEL MOTO DI MERCURIO DIRETTO… . fino ad allora possiamo però imparare l’arte del sogno e dei mondi possibili, l’arte del girovagare infinito dell’ADOLESCENTE-PUER-GEMELLI che tutto scorge, ma su cui nulla si ferma mai del tutto perchè deve scoprire già qualcosa d’altro… L”arte della bellezza di perdere per un attimo la meta e l’obiettivo e lasciare a bocca asciutta la mente logica che lo vorrebbe a tutti i costi.

L’arte di perdersi anche nei labirinti del pensiero, ma senza paura, ricordando sempre che non è l’unica strada, è solo una delle possibili, spesso neanche la più vasta, quindi percorriamola ma col giusto distacco, con l’aria in mezzo, come i fanciulli Gemelli ci stanno insegnando già da un po’ di tempo.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.