Scopri l'archetipo del tuo segno →

Ci saranno due eclissi SOLARI e due LUNARI nel 2014. Quelle solari avverranno nel segno del Toro (29.04.2014) e dello Scorpione (23.10.2014) e coinvolgeranno anche il Leone e l’Acquario. Considerando che questi segni sono coinvolti nel transito del Maestro del Karma, Saturno, già da ottobre 2012, essi si troveranno per il 2014 a confronto con la loro massima verità interiore. Saturno porta a tagliare i rami secchi in modo decisivo e definitivo, esso dona la presa di coscienza rispetto ai propri limiti e confini, e di conseguenza anche delle grandi possibilità che ognuno di noi ha.
Questo pianeta sa essere molto severo nel suo passaggio e porta via tutto quello che non ci serve più, ma è una pulizia a fin di bene, per il nostro bene supremo. Esso ci aiuta ad arrivare a quello stato interiore di giusto distacco dalle cose materiale e ci ripaga con forza, autostima, determinazione e il veder fruttare tutto il lavoro fatto finora. Saturno lascerà lo Scorpione alla fine del 2014, per poi farci un breve ritorno a giugno 2015 per fare il punto della situazione, uscendo definitivamente per i prossimi 29 anni a settembre 2015.
Il significato di queste due eclissi solari è quello di radicare il grande cambiamento che è in atto nella vita di ciascuno di noi ormai da tempo, così da permetterci di uscire dalle ultime paure della sopravvivenza, per permetterci di vivere il Sogno nella vita quotidiana, di qualunque portata esso sia.

Le eclissi LUNARI avverranno nel segno dell’Ariete (15.04.2014) e della Bilancia (08.10.2014), coinvolgendo ovviamente anche il Cancro e il Capricorno. Lo scopo di entrambe queste eclissi è quella di aiutare ciascuno di noi, a prescindere dal nostro segno di appartenenza, ad amare se stesso nella sua completezza, con i propri difetti, idiosincrasie, imperfezioni, ma anche talenti, virtù, punti di forza. Questo è il momento per imparare a farlo e ci sentiremo sempre più spinti verso questo traguardo, perché questo è l’inizio della ricerca della serenità interiore.

GIOVE, il grande benefico, il pianeta più grande del nostro sistema dopo il Sole, il 16 luglio 2014 uscirà dal segno del Cancro, in cui si trova dal 27 giugno 2013, e farà il suo ingresso trionfale in Leone, portando a questi nativi un po’ di meraviglia. All’inizio il suo influsso generoso dovrà combattere con l’aspetto severo di Saturno che dallo Scorpione intralcia il lavoro di questo grande pianeta munifico, ma dalla fine del 2014 tutti coloro che appartengono al Toro, Leone, Scorpione ed Acquario potranno veramente vedere concretizzati tutti i sogni custoditi ed andati frustrati nell’ultimo periodo. Cari nativi, non scoraggiatevi, il 2014 vi porterà in ogni caso tante soddisfazioni, perché ve le siete meritate tutte!

L’ultimo aspetto particolare da illustrare è quello che riguarda i NODI LUNARI, una configurazione che appartiene all’ASTROLOGIA DELL’ANIMA, perché essi indicano la missione evolutiva dell’umanità. I Nodi Lunari sono due e si trovano uno in opposizione all’altro, a designare una strada, un sentiero, un cammino, da un punto di partenza (Nodo Lunare Sud – ciò che già conosciamo a cui ci attacchiamo perché è la nostra sicurezza) ad uno opposto di arrivo (Nodo Lunare Nord – ciò verso cui andiamo, dovendo abbandonare il noto per l’ignoto; è la nuova lezione da apprendere). Da settembre 2012 il punto di partenza si trova nel Toro (l’attaccamento ai nostri possessi materiali) e quello di arrivo nello Scorpione (l’insorgere dei contenuti inconsci, il dover combattere contro i fantasmi, per comprendere che sono solo le nostre paure che ci tengono ancora “attaccati alle sottane della mamma”). Nel 2014 si cambia. Dall’01.03.2014 il punto di partenza evolutivo si sposta nell’Ariete (i Nodi si muovono all’indietro lungo lo Zodiaco) e quello di arrivo va in Bilancia e la tematica predominante fino al 10.10.2015 riguarda la coppia, la voglia o il rifiuto di entrare in un coinvolgimento relazionale sempre più serio, che annulla l’individualità per favorire la fusione dell’individuo in una essenza più grande. In linguaggio esoterico è il processo di fusione nell’unità. In linguaggio più semplice è lavorare sulla propria coppia, per appianare i conflitti. Per chi è single da tempo è il comprendere la paura della relazione. Per chi è in coppia, ma vorrebbe andarsene, è la volta per chiudere definitivamente.

( Blog di Stefania Marinelli)
http://ashtalan.blogspot.it/2013/12/cosa-aspettarsi-dal-2014-appunti.html

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.